Le migrazioni dalle valli in età moderna - laredit

Vai ai contenuti

Menu principale:

Le migrazioni dalle valli in età moderna

Catalogo > Tutti > Cultura locale
di AA.VV.

Il territorio alpino, considerato in passato uno spazio chiuso, si è rivelato negli studi recenti come una realtà rimasta sempre aperta al mondo esterno e connotata da una intensa mobilità di uomini e di beni, in complementarietà e relazione con le pianure e le città. Oltre ai viaggi e ai commerci, le migrazioni di singoli, famiglie e intere comunità hanno fatto incontrare persone e culture e hanno avuto un rilievo centrale nella storia montana.
Questo libro rappresenta, in capitoli bene documentati, un "campionario" di situazioni migratorie fra il primo Cinquecento e la fine dell'Ottocento, quando ad emigrare eravamo noi. Cause naturali, come scarsità di risorse e sovra popolamento, hanno indotto periodicamente persone e gruppi a raggiungere terre scarsamente abitate, come è accaduto ancora nella seconda metà dell'Ottocento allorché valdesi e cattolici si sono diretti verso l'America, con l'appoggio organizzato dalle rispettive Chiese.
Una particolare attenzione è rivolta ad alcune personalità emigrate la cui affermazione sociale nei paesi di arrivo appare paradigmatica di una grande cultura che esse portavano dalle valli.

Le migrazioni dalle valli in età moderna

formato 17x24 - pagine

ISBN 9788898345793

15,00 € Aggiungi
 
Cerca
Torna ai contenuti | Torna al menu